Data arrivo Notti
Contattaci
Dintorni

Giardino Botanico
A. Heller


Su un terreno di circa 10,000 mq, posto su un declivio del Monte Lavino, si trova una raccolta di oltre 2000 esemplari diversi di piante provanienti da tutti i continenti e da tutte le zone climatiche: in particolare segnaliamo le maestose fronde dell'Osmunda Regalis, le varie specie di bambù e la stupenda fioritura primaverile delle Azalee.

Il famoso medico e naturalista Arthur Hruska ha sviluppato questo paradiso tra il 1910 ed il 1970 con ruscelli e laghetti artificiali coperti da ninfee e calle, pieni di pesci, il tutto immerso in un paesaggio dolomitico ricreato in miniatura.

Nel 1988 l'artista multimediale André Heller ha acquistato questo terreno con la villa annessa, per creare un centro di opere di scultura contemporanea di artisti come Keath Haring, Roy Lichtenstein e Mimmo Paladino.

 

Per saperne di più >

Facebook